fbpx
Le fasi del Sonno

Il sonno è definito come stato naturale in cui si verifica riduzione della coscienza e del metabolismo.

In media, il sonno occupa circa un terzo della nostra vita.

Il sonno è un bisogno fondamentale dell’uomo, come dimostrano gli effetti dannosi che si hanno nella privazione di esso. E’ stato ipotizzato che i sogni siano necessari per permettere al cervello di selezionare le informazioni raccolte durante le ore di veglia.

Le registrazioni EEG (elettroencefalogramma) degli impulsi elettrici prodotti dal cervello durante il sonno mostrano che ne esistono due tipi diversi:

  • Sonno REM (Rapid Eyes Movements) durante il quale si sogna;
  • Sonno NON-REM che occupa la maggior parte del periodo del sonno, inizia con la comparsa di sonnolenza; le onde cerebrali diventano sempre più profonde e lente finchè l’attività cerebrale e il metabolismo scendono al livello minimo; i sogni sono rari.

Questi si alternano in cicli della durata di 90 minuti circa, per tutto il corso del sonno.

Il sonno REM mostra onde di frequenza elevata, spesso i soggetti svegliati durante questa fase riferiscono di stare sognando.

Il sonno NON-REM costituisce l’80% del sonno negli adulti. Presenta quattro stadi di “profondità” sempre maggiore, dove le onde di frequenza sono minori.

  1. Addormentamento
  2. Sonno leggero
  3. Sonno profondo
  4. Sonno profondo effettivo

Spesso i soggetti che vengono svegliati durante questa fase affermano di “stare pensando” a problemi quotidiani e raramente riferiscono di sognare.

QUANTO BISOGNA DORMIRE?

  • Un bambino di un anno richiede circa 14 ore di sonno al giorno;
  • Un bambino di 5 anni richiede circa 12 ore di sonno al giorno;
  • Un adulto richiede circa 7-8 ore di sonno al giorno.

Queste quantità variano da un individuo all’altro. Alcuni adulti devono dormire 10 ore al giorno, altri sono in forma dormendo la metà. In genere, con l’avanzare degli anni, diminuisce la capacità di sonno prolungato, infatti si tende a fare più sonnellini durante il giorno.